DIAGNOSI PIU’ PRECISE GRAZIE ALL’INNOVAZIONE

L’obiettivo principale dell’ottava edizione di “Insieme per vincere” è l’acquisto di un processore di ultima generazione corredato da colonscopio e un gastroscopio ad alta definizione per effettuare esami di colonscopia/gastroscopia da destinare alla SS di Endoscopia Digestiva dell’ospedale “Morelli” di Sondalo.

A COSA SERVE QUESTA STRUMENTAZIONE?

Non solo i televisori e i cellulari sono soggetti ogni anno a una costante evoluzione, con immagini a definizione sempre più elevata e con effetti ottici computerizzati . Anche in ambito ospedaliero il progresso tecnologico e l’alta definizione hanno rilevanza, poiché il trattamento elettronico delle immagini migliora le diagnosi , riduce il tempo di esecuzione dell’ esame e  prolunga i tempi d’intervallo fra un controllo e l’altro per il paziente.

Da ciò nasce l’esigenza di dotarsi di apparecchiature nuove con strumenti, processori e monitor che permettano di “vedere” sempre meglio. Le immagini degli  esami endoscopici, che saranno  messe in rete con il Nuovo sistema Pacs, avranno quindi una definizione adeguata.

Con la donazione eseguita nel 2014 abbiamo già attrezzato una sala endoscopica con strumenti ad alta definizione e colorazione elettronica.

Ora una delle priorità dell’ospedale “Morelli” di Sondalo è dotare ambedue le sale di endoscopia di strumentazioni sempre più  aggiornate.

 

ECCO I NUMERI

Nel Servizio di endoscopia Digestiva di Sondalo, nonostante il numero ridotto di medici e infermieri, viene effettuato un numero di esami paragonabile a quello di centri di maggior rilievo, come l’ospedale Sant’Anna di Como. Quest’anno, fino a novembre, sono già state effettate oltre  1800 gastroscopie e 1500 colonscopie.

Sondalo è infatti il centro nel quale si esegue il più elevato numero di esami rispetto agli altri presidi dell’Asst, per questo è necessario lavorare per molte giornate contemporaneamente su due sale endoscopiche.

Con questa donazione anche la seconda sala endoscopica potrà finalmente essere attrezzata con strumenti “al passo con i tempi”.

«Voi guardereste una partita di calcio su un televisore che ha più di dieci anni? Noi a volte dobbiamo osservare l’intestino delle persone con strumenti datati»: questo l’appello del dottor Carlo Pansoni, Responsabile del Servizio di Endoscopia Digestiva dell’ospedale di Sondalo.

RICORDIAMOCI CHE … INSIEME SI VINCE!

GRAZIE A TUTTI IN ANTICIPO PER QUANTO POTRETE FARE